gruppi musicali

You are currently browsing the archive for the gruppi musicali category.

L’abbinamento musica-vino da sicuramente degli ottimi risultati e se contemporaneamente le fettuccine si sposano con il blues il gioco è fatto.

Se c’è una cosa che ci invidiano in paradiso è il matrimonio…quello tra musica e vino; non credo ci sia solo il caffè come ci vogliono far intendere nelle pubblicità.

musica vino cibo

Brunzstock Winter 2012

continua a leggere

Stanazzock 2011

Stanazzock 2011

I Clp e la Adriano Tarullo Sbend sono due gruppi musicali abruzzesi, non solo perchè vivono in Abruzzo, ma anche perchè cantano in dialetto.

Ormai è un appuntamento fisso. Sto parlando di Stanazzock, una rassegna musicale a Lanciano, nello specifico a Villa Stanazzo (da qui Stanazzock) in cui si esibiscono gruppi musicali locali, ma anche non.

Read the rest of this entry »

Immaginate un concerto in piena estate e nel bel mezzo delle montagne abruzzesi.

L’evento si chiama Brunzstock in riferimento ad uno dei più favolosi concerti della storia del rock, quello di Woodstock. La location è un posto da favola, dove si materializza un manipolo di elfi, un gruppo di ragazzi che attrezzano in quattro e quattro otto un piccolo palchetto con gli strumenti musicali, un braciere, una tinozza per le bibite e tanta voglia di stare insieme.

Read the rest of this entry »

Il fenomeno delle cover dei gruppi musicali italiani negli anni ’60 e ’70 era una prassi consolidata. Girando per il web si trovano delle cover davvero strane.

cover di gruppi musicali

La maggior parte sono delle riproposizioni di brani di fama internazionale, riadattate in lingua italiana. Spesso sono canzoni con gli stessi arrangiamenti e senza velleità, infatti finiscono per essere solo delle brutte copie delle originali.

Comunque vale la pena esplorare questo mondo in un epoca in cui i gruppi musicali italiani risentivano fortemente delle novità  che venivano principalmente dagli Stati Uniti e dall’Inghilterra.

Read the rest of this entry »

Un chitarrista abruzzese scende dall’auto e poggia il suo strumento a terra.

Io arrivo in quel momento e parcheggio proprio accanto alla custodia della chitarra. Gli ho detto: “Si suona?”.

E lui  “Dobbiamo girare un video”.

Gli ho sorriso “beh..hai scelto un bel posto”.

Ha contraccambiato il sorriso e poi l’ho lasciato insieme al regista (presumo). Erano appena arrivati a Scanno e hanno parcheggiato sotto casa. Subito dopo li ho visti infilarsi nella discesa che portava al centro storico.

E adesso occasionalmente rivedo il video sul web.

Autostrada A25

In viaggio sull'autostrada A25

Lui è Simone Agostini un chitarrista fingerstyle abruzzese e il video in questione è relativo al singolo A25 tratto dal suo disco d’esordio Green.

La A25 è un tratto autostradale abruzzese che conosco bene. Non a caso proprio ieri ho scattato la foto presente in quest’articolo, dirigendomi verso L’Aquila.

Non solo; ho lavorato e studiato fuori dal mio paese per un bel po’ di anni ed era raro che non tornassi il fine settimana nel rifugio natale, salvo qualche impegno romantico: tira di più del mio carro in autostrada.

Adesso sono stabile tra le montagne abruzzesi, ma sono stato a mio modo un assiduo frequentatore delle autostrade, conoscendo nel tempo le abitudini, le movenze e gli strani meccanismi degli automobilisti e camionisti in movimento.

Mi fa piacere che un bravo chitarrista abbia percorso la stessa strada e che sia giunto sotto casa, poggiando la custodia della sua chitarra al mio passaggio. Un flashback dal quale non posso sottrarmi.

La musica avvicina e riduce le distanze. Il rumore di una  caotica e stressante città può essere attutito dalla musica proveniente dalle tue cuffie, come se d’improvviso un velo di neve si adagiasse sul traffico fino a che il tuo viaggio urbano riesca a confondersi con gli spazi della tua anima.

Bel video, bello il pezzo…buon viaggio con la musica e le immagini dell’Abruzzo.

…il bello è che avevo già conosciuto l’esistenza di Simone Agostini, navigando su un  sito di strumenti musicali dove ho trovato un link che rimandava al  sito del chitarrista perchè faceva da testimonial ad modello di buozouki. Lo stesso che ho comprato io …forse proprio il periodo in cui girava il video.

« Older entries