Davide Pannozzo, un chitarrista blues made in Italy

Davide Pannozzo, chitarrista blues

Davide Pannozzo, chitarrista blues

Tra i nuovi talenti del panorama italiano, Davide Pannozzo è sicuramente un chitarrista blues da tenere sott’occhio.

Non solo si distingue per l’accurato fraseggio chitarristico, coniugando gusto e tecnica, ma ha anche un’ottima voce che gli permette di esibirsi spesso in trio ricoprendo il ruolo di vocalist e chitarrista.

L’origine è sicuramente il blues, ma Davide di certo non si limita alla sola scala pentatonica e si sente dalle note che mette dentro, che dietro c’è un accurato studio che gli permette di trovarsi comodamente a suo agio anche in brani jazz e fusion. Non è un caso se ha lanciato un suo metodo didattico per chitarra.

Ho sentito la prima volta le sue canzoni nel cd autoprodotto ”Down From The Roots” dell’Almost Blue’s Band, in cui già giovanissimo sapeva convincere, non solo per la tecnica ma quello che percepivo era il gusto e lo stile che lo differenziano secondo me da tanti altri bravi chitarristi.

Riascoltandolo a distanza di tempo ho sicuramente notato un’evoluzione del musicista che alla grinta del rock-blues ha aggiunto la classe del jazz. Quindi mi sono armato di registratore e sono andato ad gustarmi un suo concerto anche con l’intento di catturare un frammento di spettacolo.

L’esibizione è avvenuta in un locale di Isola Del Liri, nella piazza dove si svolge annualmente la validissima rassegna blues. Ad accompagnare Davide, c’era Pippo Matino, virtuoso e carismatico bassista e Andrea Scala, ottimo batterista del posto.

Il brano registrato è “Little wing” di Jimi Hendrix, reinterpretato con molto gusto e personalità. Da notare anche il fraseggio eseguito con voce e chitarra all’unisono molto suggestivo e il curioso crash sul finale, non della batteria, ma di un bicchiere che si schianta per terra da un tavolino. Una canzone con effetti speciali in tutto e per tutto.

Alla fine del concerto mi sono congratulato con Davide con il quale ho avuto modo di avere una piacevole chiacchierata, in cui mi ha annunciato la prossima uscita del suo nuovo cd, che prevede la partecipazione di musicisti internazionali, affermati nel mondo del blues. Chitarristi come Robben Ford e Carl Verheyen, che hanno sfornato musica con il quale ho allietato le mie giornate e miei viaggi avendo i loro cd fissi nel mio lettore.

Credo che Davide Pannozzo, possa essere tranquillamente il loro successore e spero diventi il chitarrista blues più apprezzato nel panorama internazionale.

Tutte le informazioni, i brani da sentire, i video didattici li potete trovare su www.davidepannozzo.com

 

Tags: ,

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:

Page optimized by WP Minify WordPress Plugin