Electric Mountain Blues. Un chitarrista tra le montagne abruzzesi

Electric Mountain Blues è una mia improvvisazione, sono un chitarrista che vive nelle montagne abruzzesi. Ci si può sentire solitari in mezzo a tanta gente oppure vicino al mondo pur stando da soli. L’importante è avere una chitarra.

Un giorno sono andato a trovare Edo, nel suo orto di famiglia, lì a ridosso del lago. C’era un bell’ampli e una Fender Stratocaster parcheggiata nella casetta. Non è stato difficile indossare la creatura ed immergermi nella strada solitaria che ti conduce alla luce.

Electric Mountain Blues

Electric Mountain Blues

Qualche goccia incominciava a scendere, ma il tepore del suono di una chitarra può far breccia nel buio di nuvole minacciose, una luce, un segnale dal cielo. Proprio Lui dall’alto del cielo sembrava dire “mi piace il tuo blues figliolo”. A proposito, anche lui ha un account Facebook.

Nei sette giorni della creazione, mentre dava vita l’acqua, la luce, il firmamento, gli animali, l’uomo, il regno vegetale, i pesci e gli uccelli, Dio cantava. Ogni giorno cantava un blues. Non soddisfatto qualche giorno dopo creò Jimi Hendrix e incominciò a capire il motivo per il quale avesse creato l’uomo.

Vivere in un luogo benedetto dal Signore ti fa sentire parte del tutto, ti fa bagnare le punte delle scarpe, ti fa sorridere anche se piove, ti fa abbracciare una montagna, ti distoglie dalla tua solitudine. Qui gli angeli pagano il biglietto per poggiare il culo per terra.

Però non dimenticare mai di spargere un po’di note nell’aria. Se hai un orto come credi che le piante possano crescere rigogliose o se nel pascolo affianco gironzolano mucche in cerca di erba buona, come credi che possano piangere latte dalle loro mammelle?

Spargere note nell’aria mentre piove è come innaffiare il mondo di speranza, aspettare dall’altra parte del mondo un ritorno, un eco, un segno. Qualunque sia il tuo posto nel mondo, questo è il mio blues. Aspetto il tuo eco. Electric Mountain Blues

Se ci sei fatti sentire, scrivi un commento!

Tags: , , , ,

  1. Roberto’s avatar

    La musica del Diavolo è certamente altra cosa. Il Country è qualcosa che nasce dal cuore, che fa scorrere il
    sangue alle gambe e alle mani…

    Rispondi

  2. Roberto’s avatar

    Bel pezzo, suggestivo, rende armonia ai colori dell’Abruzzo, martoriato dal sisma, ma sempre ricco di poesia e di calore a cominciare dal silenzio delle sue montagne! Grazie Adriano!

    Rispondi

    1. menestrello’s avatar

      Roberto!!! Grazie per il tuo eco 🙂

      Rispondi

    2. marco’s avatar

      Per me il blues non e’ ne’ la musica del diavolo ne’ di Dio, piuttosto e’ la musica dell’anima o sentimento che c’e’ in ogni individuo. A me piaciono svariati generi musicali o meglio direi la musica in generale. Sicuramente fra tutti i genberi il blues e’ forse il piu’ introspettivo. Complimenti ad Adriano per i suoi brani e per tutto cio’ che sta facendo per preservare il valore etnico e folkloristico della musica abruzzese, tutta.

      Saluti

      Rispondi

      1. menestrello’s avatar

        Grazie Marco. Condivido al 100%. Anch’io ascolto molti generi musicali e sicuramente il blues rimane quello che più è radicato in me. Ciao

        Rispondi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:

Page optimized by WP Minify WordPress Plugin