Senor Tex, un cowboy abruzzese

Un po’ di giorni fa sono stato a trovare Senor Tex, un cowboy in piena regola impiantato nella a nord della valle peligna in Abruzzo. Pierluigi Liberatore in arte Senor Tex è un one man band e nelle sue esibizioni musicali dal vivo accompagna la sua voce suonando diversi strumenti dalla chitarra alla batteria, chiaramente tutti contemporaneamente.

Dopo una bella chiacchierata sulla musica, sulla terra, sul lavoro e dopo avermi mostrato i suoi cavalli dall’altra parte della strada in cui abita, siamo andati nel suo studio dove abbiamo suonato qualcosa insieme. Lui si definisce un esecutore e compositore di musica new country, country & bluegrass e vi posso assicurare che è un ottimo chitarrista, tra l’altro possessore e felice custode di belle chitarre.

Senor tex, un cowboy abruzzese

Senor Tex

In questo momento ho in mano il suo cd, Always be youself e quello che ti posso dire è che Senor Tex sa il fatto suo, infatti tutte le traccie presenti nell’album sono scritte, arrangiate, cantate, suonate e prodotte da lui, un one man cd.

Le intenzioni intraprese sono tipiche della sonorità country dove la chitarra padroneggia su ogni pezzo. Lo stile e la bravura emerge su ogni brano in cui si possono sentire degli ottimi fraseggi, in particolare nel primo brano strumentale Country Life, passando dal suono ricercato della chitarra elettrica al tocco vivace che fuoriesce dalla sua Martin.

Due brani in particolare sono per me di particolare interesse, entrambi con sonorità acustiche. Uno è “Two step below the montain“, brano scritto dalla finestra della propria casa, contemplando il panorama delle montagne circostanti e di riflesso la propria vita familiare vissuta felicemente tra il proprio focolare e i lavori della campagna. Bello come si intersecano i suoni del banjo e la chitarra acustica, che rendono visivamente le immagini del testo della canzone.

un cowboy abruzzese

Matrimonio Senor Tex

L’altro brano è quello forse che si discosta dal resto dell’album, ma di notevole bellezza. Ireland Glance è uno dei due brani strumentali dell’album e messo come traccia finale, penso non a caso. Un pezzo dalle sonorità celtiche, in cui la chitarra acustica traccia il tema principale e si mescola perfettamente nell’intermezzo del brano con un suono evocativo della tastiera.

Per l’ascolto di alcuni brani potete andare sul sito di Senor Tex in cui c’è un ascolto in streaming.

Nella nostra chiacchierata si è parlato anche di una collaborazione in studio per i miei prossimi progetti. Sono sicuro che verranno fuori delle ottime idee. Intanto una jam acustica.

Tags: , ,

  1. Stefano Greco’s avatar

    Bella pagina del tuo diario, e bella session acustica : )

    Rispondi

    1. menestrello’s avatar

      Grazie Stefano…bella anche la tua presenza qui

      Rispondi

    2. SenorTex’s avatar

      Sei un mito Man!…grazie Adry, aspetto tue news…Tx.

      Rispondi

    3. Bob’s avatar

      Ehi!!! ma dove siamo ? a Vittorito, a Scanno, sul Missisipi, in Texas, Alabama ?
      Buona vita e sopratutto buona musica !!!!!!!!!!!!!!!

      Rispondi

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:

Page optimized by WP Minify WordPress Plugin