Canzoni abruzzesi: la serenata della Spartenza

canzoni abruzzesi

Il menestrello Giuseppille - Foto Lomax

La Spartenza è la serenata del distacco, un canto dei pastori abruzzesi di Scanno che dedicavano alla propria ragazza prima di partire per la transumanza per le Puglie. Era un momento malinconico, appunto del distacco dai propri affetti, quando a settembre si imboccava la via del tratturo per portare le pecore verso un clima a loro più favorevole.

La serenata veniva cantata dal giovane pastore o nel caso in cui non si disponeva di una bella voce, si affidava questo compito ad un intonato menestrello. La ragazza che riceveva la serenata contraccambiava il gesto offrendo provviste per il lungo viaggio per le Puglie.

Il video che ti voglio proporre è stato registrato al teatro di Spazio Tre a Teramo, durante una mia esibizione insieme alla Sbend. La versione proposta, contenuta anche nel cd I vuojjie bbene a nonnate, è una rivisitazione  folk-rock. Alla fine del brano c’è una citazione di “È festa”, brano storico della P.F.M, un finale che sottintende il ritorno del pastore nella sua terra dove la propria ragazza ha aspettato l’intero inverno per riabbracciare il proprio innamorato.

Tags: , ,

Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:

Page optimized by WP Minify WordPress Plugin